• Unisciti ai 250951 iscritti

    Bugiardi senza scampo: nuova tecnica per smascherarli

    Chi non ha mai sognato di poter entrare nel cervello di un criminale o meglio ancora di un sospettato, per sapere se sta mentendo o dice la verità? Se è colpevole di un omicidio o è la vittima di un possibile errore giudiziario? Tutto ciò oggi potrebbe diventare realtà.
    La metodica si chiama "stimolazione transcranica diretta in corrente costante" (tDCS). Una tecnica non invasiva e indolore che permette di inibire o migliorare i processi cognitivi ed è quindi capace di interferire con i correlati neurali alla base della menzogna e di smascherare i bugiardi.

    La tecnica è stata messa a punto da un gruppo coordinato da Alberto Priori, professore associato di Neurofisiologia della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Milano (Dipartimento di Scienze Neurologiche, Fondazione IRCCS Ospedale Maggiore Policlinico, Mangiagalli e Regina Elena), in collaborazione con il professor Sartori, docente di neuroscienze cognitive dell’Università di Padova; il lavoro scientifico sarà pubblicato sul prossimo numero della rivista Cerebral Cortex.

    I risultati di questo studio mostrano che la stimolazione ha interferito in modo selettivo rallentando i tempi di reazione nella “bugia” e lasciando inalterate le risposte “vere”. L’ulteriore punto di rilievo dello studio sperimentale è che l’interferenza è stata selettiva per un tipo solo di bugie, ovvero quelle nelle quali si nega un dato reale.

    Fonte: Ufficio Stampa Università degli Studi di Milano
    http://it.health.yahoo.net/c_news.asp?id=19411

    Per lasciare un commento è necessario aver effettuato il login.

    Aree riservate agli abbonati di liberamente