• Unisciti ai 251034 iscritti

    Depressione post partum, un flagello anche per gli uomini

    Tutti hanno sentito parlare di depressione post-partum e tutti sanno che è un pericolo concreto per ogni mamma, ma pochi sanno che ogni anno centinaia di migliaia di uomini soffrono di questa insidiosa patologia. Il settimanale Newsweek dedica alla questione un interessante reportage.
     
    Si stima addirittura che quasi 1 neo-papà su 4 sia a rischio depressione, quasi la stessa percentuale riscontrata nelle donne. Quali sono gli uomini più a rischio? Quelli che hanno una storia di depressione alle spalle o quelli che hanno un rapporto molto viscerale ed esclusivo con la partner. Anche trovarsi senza supporto a gestire la paternità o avere grossi problemi economici può essere una causa scatenante, e non bisogna dimenticare gli sbalzi ormonali che coinvolgono anche il maschio con la paternità (per motivi evolutivi, si ritiene, il testosterone in questo periodo cala per evitare che il neo-papà vada a cercare una nuova famiglia e badi alla sua), ma il pericolo maggiore è la depressione post-partum della partner. Infatti ben metà dei partner di donne con depressione post-partum è a sua volta depresso.
     
    Spiega Will Courtenay, psicoterapeuta di chiara fama con base a Berkeley, California: “Se pensiamo a un uomo depresso, abbiamo in mente lacrime e tristezza. Invece i segni della depressione post-partum maschile sono altri: lavorare 60 ore a settimana, essere più aggressivi del solito, bere un paio di birre in più, sgattaiolare fuori dall’ufficio per farsi una scappatella e poi correre a casa da moglie e figli”.
     
    Fonte: Gillham C. Understanding male post-partum depression. Newsweek 12/04/2009.
    http://it.health.yahoo.net/c_news.asp?id=25098

    Per lasciare un commento è necessario aver effettuato il login.

    Aree riservate agli abbonati di liberamente