• Unisciti ai 250954 iscritti

    Depressione stagionale: si manifesta in autunno

    Nelle persone che soffrono di depressione stagionale i trasportatori per la serotonina sono troppo efficaci: il neurotrasmettitore viene rimosso dallo spazio intersinaptico con una velocità tale da provocare una eccessiva riduzione della concentrazione di queste sostanze la cui mancanza è la causa del disturbo. Una nuova strategia per combattere questo tipo di depressione potrebbe essere la creazione di farmaci che riducano l'azione di questi trasportatori. Lo sostiene una ricerca condotta da Matthaeus Willeit della University of Vienna e pubblicata sull'ultimo numero della rivista Neuropsychopharmacology.

    La depressione stagionale, anche detta SAD (seasonal affective disorders), è un disturbo, ben noto e codificato dai manuali di psichiatria, che colpisce alcune persone durante l'autunno. Essa è causata principalmente dall'alterazione dell'orologio interno causata dal cambiamento nell'alternanza delle ore di luce e buio; il passaggio dal periodo estivo a quello autunnale provocherebbe modifiche nella secrezione di alcuni ormoni che regolano la produzione dei neurotrasmettitori.
    In Europa, non a caso, le zone più colpite da questo tipo particolare di depressione sono quelle del Nord in cui, nei mesi autunnali o invernali, è diffusa la "bright light therapy", la terapia, cioè, della luce, in cui ci si espone alla luce artificiale per intervenire sulla produzione ormonale.

    Fonte: Willeit M et al. Enhanced Serotonin Transporter Function during Depression in Seasonal Affective Disorder. Neuropsychopharmacology. 2007 Sept 19; [Epub ahead of print]http://it.health.yahoo.net

    Per lasciare un commento è necessario aver effettuato il login.

    Aree riservate agli abbonati di liberamente