• Unisciti ai 250951 iscritti

    E’ morto MCGuire, indagò l’arte della persuasione

    Lo psicologo americano William McGuire, uno dei pionieri dello studio dell'arte della persuasione nella societa' di massa, e' morto nella sua casa di New Haven, nel Connecticut, all'eta' di 82 anni. Professore di psicologia sociale alla Yale University, McGuire e' stato uno dei primi a condurre ricerche sull'influenza della persuasione operata dai mass media, dalla pubblicita' e dall'industria dei consumi.

    Alla fine degli anni Cinquanta, McGuire comincio' a classificare i vari tipi di persuasione all'epoca emergenti nei mezzi di comunicazione, dalla radio al cinema. Insieme ad un altro ricercatore di psicologia sociale, Demetrios Papageorgis, esploro' i meccanismi potenziali che l'individuo poteva attivare per risistere alle varie forme di persuasione. Nel corso di tutti gli anni Sessanta, McGuire condusse indagini di psicologia sociale sugli strumenti di persuasione, i cui risultati furono usati in seguito da esperti di marketing e da studiosi di scienza della politica.

    Direttore del Dipartimento di psicologia a Yale fino al 1973, McGuire fu tra il 1967 e il '70 direttore del ''Journal of Personality and Social Psychology'', dove vennero pubblicati i suoi principali studi. E' stato anche autore di un manuale di psicologia sociale tradotto in sette lingue e adottato in molte universita' americane ed europee.

    Per lasciare un commento è necessario aver effettuato il login.

    Aree riservate agli abbonati di liberamente