• 250948 iscritti di cui 8 online

    Ecco la settimana del “fitness mentale”

    La terza edizione della Settimana della Prevenzione dell’Invecchiamento Mentale, dal 20 al 25 settembre, si propone di effettuare uno screening delle facoltà cognitive della popolazione, soprattutto oltre i 50 anni d’età, e di insegnare il fitness della mente, basato sulla “ginnastica” cerebrale.

    Parola d’ordine: prevenire! Il sovrappeso, l’invecchiamento, l’ipertensione, etc., etc. Come? Con i controlli periodici, un corretto stile di vita e una dieta adeguata. Il leit-motiv salutistico dell’era moderna, che promette al corpo una duratura giovinezza, è entrato ormai nel nostro DNA. Ma che si potesse togliere anni anche alla mente, prevenendo la sua usura, è una scoperta recente, rivelata da ASSOMENSANA, associazione non profit per la ricerca neuropsicologica, con sede a Monza (MI).

    Allo scopo di sensibilizzare la gente a mantenere a lungo il cervello lucido e attivo, l’Associazione ha indetto per la terza volta la Settimana della Prevenzione dell’Invecchiamento Mentale, che si svolgerà in molte regioni d’Italia dal 20 al 25 settembre p.v..
    Tutti, nessuno escluso, compresi gli intellettuali e a qualsiasi età, siamo a rischio di deficit delle funzioni cognitive, stressate da vari fattori esistenziali. Calo di memoria o di concentrazione e altri “guasti” si possono contrastare con “armi” simili a quelle che bloccano l’orologio del tempo negli altri organi.
    Innanzitutto con il check-up della mente, una verifica del proprio stato intellettivo, facile, divertente e soprattutto gratuita, che, durante la Settimana di Assomensana, si potrà prenotare tramite una delle 200.000 cartoline, distribuite presso centri commerciali, negozi, centri benessere, farmacie e studi medici. Nelle sedi prestabilite, gli interessati saranno sottoposti dagli specialisti a particolari TEST, assolutamente “culture-free”, senza richiamo al grado di istruzione del soggetto ma atti a stabilire le sue varie abilità cognitive, come la fluenza verbale e l’astrazione.

    “Carta e matita” alla mano, in circa 45 minuti, risolvendo intriganti quiz, assai diversi dai giochi delle riviste, ognuno potrà mettere alla prova le proprie facoltà mentali, ottenendo alla fine un profilo neuropsicologico che servirà a rintracciare eventuali punti deboli da rafforzare con strategie mirate. Per tonificare e conservare giovane la mente, Assomensana ritiene fondamentale un TRAINING COGNITIVO personalizzato, a base di esercizi di “ginnastica” (alias saggi di abilità mentale) specifici per ogni singolo cervello, che possano potenziare i suoi “muscoli”, ovvero le connessioni tra neuroni, rendendolo agile e flessibile.
    Il “fitness per la mente”, che migliora le performance cerebrali e, insieme, la qualità della vita, richiede anche opportuni comportamenti nel quotidiano e a tavola. Una regolare attività motoria contrasta il decadimento fisico e quello mentale in quanto riduce i danni legati all’eccesso di cibo e ai processi degenerativi dei radicali liberi. Secondo studi americani, una dieta ricca di verdura e frutta, in particolare peperoni, uva e mirtilli, con l’aggiunta di cioccolato e tè, fornirebbe flavonoidi antiossidanti, in grado di potenziare il cervello e di aumentare la capacità di apprendimento e la memoria.

    Fonte: Assomensana

    Per lasciare un commento è necessario aver effettuato il login.

    Aree riservate agli abbonati di liberamente