• 250949 iscritti di cui 9 online

    Famiglie al fast food, poca attenzione

    L’imposizione di tabelle caloriche in bella vista sulle portate nelle catene di fast food a quanto pare non ha alcun effetto dissuasivo né sugli adulti né su bambini e adolescenti , e quel che è peggio non influenza minimamente nemmeno le ordinazioni dei genitori che si recano al fast food con i loro figli.

    I ricercatori della New York University hanno preso in esame 349 bambini da 1 a 17 anni abituali clienti di catene quali McDonald’s, Burger King, KFC, Wendy’s. Il 70% del campione visita i fast food accompagnato dai genitori, il 30% da solo. Il tasso calorico medio di ogni singolo pasto consumato è risultato di 645 calorie, sia prima dell’introduzione dell’obbligo per le catene di fast food di esporre le tabelle caloriche sia dopo, senza sostanziali cambiamenti. Il 60% circa del campione afferma di aver letto le tabelle, ma il 90% afferma che questa informazione non ha avuto alcun peso nella scelta del menù.

    Però Brian Elbel, professore di Health Policy alla New York University School of Medicine, avverte: “Questo non significa che le tabelle caloriche pubbliche siano una perdita di tempo, attenzione. Vuol dire solo che vanno inserite in un quadro complessivo di politiche per l’educazione alimentare della popolazione pediatrica e non. Un cartoccio enorme di patatine fritte ha un eccellente sapore, e renderne noto il devastante impatto calorico e nutrizionale non è abbastanza per scoraggiarne l’acquisto, a quanto pare”.

    Fonte: Elbel B, Gyamfi J, Kersh R. Child and adolescent fast-food choice and the influence of calorie labeling: a natural experiment. International Journal of Obesity 2011; doi:10.1038/ijo.2011.4.
    http://it.health.yahoo.net/c_notizie/famiglie-al-fast-food-poca-attenzione

    Per lasciare un commento è necessario aver effettuato il login.

    Aree riservate agli abbonati di liberamente