• Unisciti ai 251030 iscritti

    Genitori e figli, troppa apprensione rovina il rapporto

    Uno studio della University of Florida, pubblicato sulla rivista Personal Relationships, ha indagato i sentimenti di ansia e preoccupazione che spesso si instaurano tra genitori e figli, cercando di capire quanto beneficio e quanti danni quest'amorevole apprensione possa causare. Preoccuparsi per i propri figli per un genitore è naturale quanto respirare, quando i figli crescono però mostrare loro un'eccessiva apprensione può compromettere la serenità del rapporto. Del resto questo vale anche all'inverso: crescendo i figli iniziano a temere per i loro genitori, per la loro salute e il loro benessere, talvolta troppo.

    Lo studio ha coinvolto 213 giovani adulti e i loro genitori e ha mostrato che, mentre i figli si preoccupano soprattutto – e spesso senza motivo – delle condizioni di salute dei propri genitori, questi ultimi provano apprensione per tutto quello che riguarda i loro “bambini”: salute, lavoro, relazioni sentimentali… Fino ad un certo livello di apprensione e quando il rapporto genitore-figli consente una comunicazione aperta delle proprie preoccupazioni ed un confronto, questi sentimenti sono percepiti positivamente.

    Quando invece questa preoccupazione viene eccessivamente esternata e riversata sull'altro può provocare reazioni negative. “In un certo senso è socialmente ed emotivamente utile preoccuparsi e comunicarlo all'altro, ma deve essere fatto in modo che l'altra persona non senta di essere considerata incapace di badare a se stessa”, ha spiegato Elizabeth Hay, docente di psicologia e coautrice della ricerca. “Il rischio è che l'altro pensi che si stia minando la sua autonomia, e mantenere la propria autonomia è fondamentale nel rapporto tra genitori e figli”.

    Fonte: Hay F, Fingerman, KL, Lefkowitz ES. The experience of worry in parent-adult child relationships. Personal Relationships 2007; 14(4):605-622
    http://it.health.yahoo.net/

    Per lasciare un commento è necessario aver effettuato il login.

    Aree riservate agli abbonati di liberamente