• 250949 iscritti di cui 11 online

    Il cervello delle donne è più vulnerabile al morbo di Alzheimer

    Dalla Conferenza Internazionale sull’Alzheimer a Washington è emerso che le donne con decadimento cognitivo lieve tendono a peggiorare più velocemente rispetto agli uomini.

    Un’altra ricerca ha mostrato che il cervello delle donne tende a contenere più amiloide, la sostanza che forma le placche adesive nel morbo di Alzheimer.

    Un terzo studio ha trovato che le donne che hanno subito un intervento chirurgico con anestesia generale sono più propense, rispetto agli uomini, a sviluppare, nel  lungo termine, problemi di pensiero e memoria.

    Queste ricerche aiutano a spiegare il motivo per cui le donne costituiscono i due terzi della popolazione americana con il morbo di Alzheimer.

    Questo fenomeno non è spiegabile solo dal fatto che le donne vivano più  lungo degli uomini, c’è qualche altro fattore che incide in tal senso.

    La ricerca sulle donne con lieve alterazione cognitiva faceva parte di un ampio studio, chiamato Alzheimer's Disease Neuroimaging Initiative ed è stato svolto su circa 400 uomini e donne.

    I ricercatori hanno scoperto che le donne con problemi di memoria, lievi all'inizio del periodo di studio, mostravano maggiori deficit alla fine della ricerca.

    Lo studio sulla sostanza amiloide, che forma le placche adesive nel cervello dei malati di Alzheimer, ha mostrato una chiara differenza tra uomini e donne, indipendentemente dalla loro età. Nel complesso, le donne avevano più sostanza amiloide nel cervello rispetto agli uomini.

    Il motivo per cui le cellule del cervello delle donne sono più vulnerabili di quelle degli uomini al morbo di Alzheimer e ad altri problemi di memoria non è ancora del tutto chiaro.

    Una possibile spiegazione è che ogni cellula nel corpo di una donna porta due cromosomi X, invece di una X e una Y. Ma ci sono altre differenze, come gli ormoni, lo stile di vita, la gravidanza, la dieta e l'esercizio fisico.

    Se gli scienziati riusciranno a capire il meccanismo che causa la malattia di Alzheimer in modo maggiore nelle donne, potrebbero essere in grado di sviluppare trattamenti che fermano il processo.

    Articolo tratto da:

    http://www.npr.org/sections/health-shots/2015/07/21/425054345/womens-brains-appear-more-vulnerable-to-alzheimers-than-mens?utm_medium=RSS&utm_campaign=science

    Per lasciare un commento è necessario aver effettuato il login.

    Aree riservate agli abbonati di liberamente