• 250949 iscritti di cui 5 online

    Il Codacons svela: nelle sigarette c’è molto più di quanto si sospettava

    Clamorosi i risultati di una ricerca del Codacons: che una sigaretta contenesse diverse sostanze, alcune di esse nocive, era cosa nota a tutti. Ma che al suo interno vi fossero addirittura cacao, liquirizia, mentolo e ammoniaca è una sorpresa, che tuttavia risponde a delle esigenze ben precise dei produttori di tabacco.

    La ricerca in oggetto, condotta su 51 marchi di sigarette, ha svelato come nelle sigarette più comunemente diffuse vengano aggiunti prodotti quali, ad esempio, il mentolo, che ha la proprietà di rallentare la decomposizione della nicotina; l’ammoniaca che abbassando il pH delle sigarette fa sì che nella fase gassosa (ossia quando si inspira) si liberi maggiore quantità di nicotina; e composti come il cacao e la liquirizia, il cui ruolo non è quello di addolcire il gusto del tabacco, bensì quello di avere un effetto brancodilatatore, ossia far arrivare meglio la nicotina ai polmoni e quindi al cervello. In quasi tutte le sigarette è stato peraltro rilevato, come umidificante, il glicole propilenico. Questo, in virtù della pirolisi prodotta ad opera del fumo, può formare ossido di propilene, un composto ritenuto cancerogeno. Tutti i composti cinnamici riscontrati possono inoltre, per decarbossilazione, produrre stirolo, anch’esso sospettato d’essere cancerogeno.

    Ma le sostanze pericolose scoperte nelle sigarette sono anche molte altre, come ha illustrato il presidente del Codacons Carlo Rienzi, e tra queste troviamo:
     
    Acido acetico: provoca irritazione di occhi, pelle, naso, gola; occhio, ustioni della pelle; sensibilizzazione della pelle; erosione dentale; pelle nera, ipercheratosi; congiuntivite, lacrimazione (perdita di lacrime); edema faringeo, bronchite cronica.

    Butanolo: provoca irritazione di occhi, naso, gola; emicrania, vertigini, sonnolenza; infiammazione corneale, visione appannata, lacrimazione (perdita di lacrime), fotofobia (intolleranza visiva anormale alla luce); dermatite; possibili danni del nervo uditivo, perdita della capacità uditiva; depressione del sistema nervoso centrale.

    Glicerolo: provoca irritazione di occhi, pelle, apparato respiratorio; emicrania, nausea, vomito; danni del rene.

    Acetato di isobutile: provoca irritazione di occhi, pelle, apparato respiratorio superiore; emicrania, sonnolenza, anestesia; in animali: narcosi.

    Cellulosa: provoca irritazione di occhi, pelle, membrane mucose.

    Fonte: Ufficio stampa Codacons 2006.
    http://it.health.yahoo.net

    Per lasciare un commento è necessario aver effettuato il login.

    Aree riservate agli abbonati di liberamente