• 250940 iscritti di cui 4 online

    La causa genetica dell’ansia è scritta nel cromosoma sette

    I disturbi d'ansia avrebbero cause genetiche precise. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricercatori americani del National Institute of Mental Health Clinical di Bethesda, pubblicato su Nature Neuroscience. La ricerca è stata condotta su pazienti affetti da sindrome di Williams, una patologia congenita non ereditaria che interessa l'area cognitiva, comportamentale e motoria.

    I soggetti colpiti da questa sindrome, che colpisce un neonato su 20mila, evidenziano livelli d'ansia superiori alla media. Per questo gli scienziati hanno esaminato 13 persone affette dalla sindrome (scelti tra quelle che non presentavano ritardo mentale, così da escludere effetti dovuti a problemi cognitivi) verificando le reazioni a immagini minacciose o paurose. Oltre ai 13 pazienti con sindrome di Williams, sono stati osservati altrettanti volontari sani, accoppiati in base all'età, al sesso e al quoziente d'intelligenza.

    I dati raccolti hanno rivelato che nei pazienti affetti da sindrome, la parte del cervello da cui dipendono le emozioni negative come rabbia o paura, detta amigdala, funziona in modo anomalo: si attiva meno del normale in risposta a volti arrabbiati, mentre si iperattiva di fronte a immagini paurose. Da qui la conclusione degli autori: "Poichè la sindrome è causata dalla mancanza o dalla mutazione di alcuni geni del cromosoma 7, è probabile che alcuni di questi geni siano responsabili della formazione del 'circuito' da cui dipende il controllo dell'ansia".

    Secondo i ricercatori, "ulteriori indagini sui geni implicati nella sindrome di Williams permetteranno di comprendere meglio il rapporto tra geni, caratteristiche cerebrali e sviluppo del comportamento sociale umano"

    Fonte: http://www.repubblica.it

    Per lasciare un commento è necessario aver effettuato il login.

    Aree riservate agli abbonati di liberamente