• 250946 iscritti di cui 9 online

    L’anoressia si cura in famiglia

    Una terapia familiare – in cui i genitori sono istruiti da medici su come controllare il comportamento alimentari dei figli –  sembra essere molto più efficace di una psicoterapia nel favorire la completa remissione dei sintomi dell’anoressia nervosa nei giovani . A dimostrarlo è una ricerca pubblicata sulla rivista Archives of General Psychiatry.

    L’anoressia nervosa è un disturbo che colpisce circa una ragazza adolescente su 200 e la sua incidenza è in aumento anche nella popolazione maschile . I giovani che ne soffrono si rifiutano di mantenere il peso corporeo al di sopra del minimo normale per la loro età e la statura in quanto convinti di essere grassi. In un caso su dieci, l’anoressia nervosa può portare al decesso.

    James Locke, docente di psichiatria alla Stanford University, assieme a un gruppo di ricerca dell’Università di Chicago ha messo a confronto l’efficacia di una terapia familiare con quella di una psicoterapia individuale su un campione di 121 ragazzi e ragazze di età compresa tra i 12 e i 18 anni con una diagnosi di anoressia nervosa. Nel primo caso, i genitori dei ragazzi erano istruiti dai medici su come assicurarsi che i figli si nutrissero abbastanza e non ricorressero a esercizi fisici estenuanti, mentre la psicoterapia individua aveva come obiettivo quello di risolvere i disturbi d’ansia e i problemi emozionali dei ragazzi, con un coinvolgimento limitato da parte delle famiglie.

    Analizzando la condizione dei giovani fino a un anno di distanza dal termine dalla terapia, Locke e i colleghi hanno verificato che il 49,3% dei pazienti sottoposti alla terapia familiare raggiungeva il 95% del proprio peso corporeo ritenuto normale mostrando una completa remissione dei sintomi, rispetto al 23,2% dei ragazzi sottoposti alla psicoterapia individuale. I due trattamenti, tuttavia, erano entrambi efficaci a garantire una parziale remissione dei sintomi del disturbo, caratterizzati dal raggiungimento dell’85% del peso normale.

    “Benché entrambi i trattamenti sono d’aiuto in una percentuale di pazienti, questo studio suggerisce che, in generale, gli interventi basati sulla famiglia sono superiori”, spiega James Locke. Addirittura efficaci più del doppio rispetto a una psicoterapia individuale, a patto che i genitori seguano i consigli di uno specialista esperto.

    Fonte: Lock J et al. Randomized Clinical Trial Comparing Family-Based Treatment With Adolescent-Focused Individual Therapy for Adolescents With Anorexia Nervosa. Arch Gen Psychiatry. 2010; 67(10):25-1032.
    http://it.health.yahoo.net/

    Per lasciare un commento è necessario aver effettuato il login.

    Aree riservate agli abbonati di liberamente