• 250947 iscritti di cui 11 online

    Variazioni di peso e personalità

    Le persone con tratti di personalità con alti livelli di nevroticismo e bassa coscienziosità sono ad alto rischio di passare attraverso cicli di aumento e calo ponderale nel corso della vita, secondo un esame di 50 anni di dati pubblicati dall'American Psychological Association.
    L'impulsività è risultato il maggiore predittore per le persone che tendono a essere sovrappeso:secondo lo studio i partecipanti nel primo decile di impulsività pesavano in media 9,9 chilogrammi in più rispetto al primo decile.
    “Gli individui con questa costellazione di tratti tende a cedere alle tentazioni e a mancare della disciplina necessaria ad affrontare difficoltà e frustrazioni”, scrivono i ricercatori del National Institute on Aging degli Stati Uniti sul Journal of Personality and Social Psychology. “Per mantenere un peso salutare, tipicamente è necessario seguire una dieta salutare e un programma di attività fisica, che richiedono entrambi impegno e moderazione: questo tipo di controllo può essere molto difficoltoso per gli individui fortemente impulsivi”.
    In quest'ultimo lavoro, gli studiosi hanno analizzato i dati di uno studio longitudinale di 1988 persone per analizzare, per la prima volta, in che modo i tratti di personalità siano associati con il peso e l'indice di massa corporea. I dati riguardavano i soggetti arruolati nell'ambito del Baltimore Longitudinal Study of Aging, uno studio multidisciplinare finanziato dal National Institute on Aging.
    I soggetti erano generalmente in salute con un alto livello di scolarità. Tutti sono stati valutati secondo i tratti di personalità denominati “Big Five” – estroversione, amicalità, coscienziosità, stabilità emotiva, apertura mentale – e con le loro 30 sottocategorie. Gli stessi soggetti sono stati pesati e misurati periodicamente per un totale di 14.531 misurazioni distribuite su 50 anni.
    Sebbene il peso tenda ad aumentare gradualmente con l'avanzare dell'età dei soggetti, i ricercatori, guidati da Angelina R. Sutin, hanno riscontrato un maggior guadagno di peso tra le persone impulsive, tra quelli che amano prendere dei rischi e tra coloro che sono antagonistici, specialmente i cinici, i competitivi e e gli aggressivi.
    Per contro, i soggetti coscienziosi tendono a essere più magri e il peso non contribuisce a cambiamenti di personalità nell'età adulta.
    “La connessione tra tratti di personalità e peso è complesso e probabilmente comprende meccanismi fisiologici che si sommano a quelli comportamentali”, ha concluso Sutin. “Speriamo che chiarendo meglio l'associazione tra personalità e obesità si riescano a mettere a punto trattamenti più personalizzati per l'obesità e il sovrappeso. Per esempio, gli interventi sullo stile di vita e sull'esercizio fisico potrebbero essere più indicati per i soggetti estroversi che per gli introversi”
     
    Fonte: http://lescienze.espresso.repubblica.it 
    Per lasciare un commento è necessario aver effettuato il login.

    Aree riservate agli abbonati di liberamente